sabato 9 marzo 2013

CHIRALITA' concetti generali


SI DEFINISCE UN OGGETTO CHIRALE 
UN OGGETTO NON SOVRAPPONIBILE 
ALLA SUA IMMAGINE SPECULARE

CONSEGUENTEMENTE
UN'IMMAGINE SOVRAPPONIBILE 
ALLA PROPRIA IMMAGINE SPECULARE 
VERRA' DEFINITA ACHIRALE


Una mano è tipicamente un "oggetto" chirale
nel senso che ciascuna mano è nei confronti dell'altra, 
l'immagine speculare ma non sovrapponibile.


Guardatevi allo specchio,
immaginiamo per paradosso che ciascun occhio, zigomo,e
orecchio sia identico all'altro;
immaginiamo di avere un naso perfettamente simmetrico 
e così anche una bocca...
se tracciamo una linea immaginaria che passa a metà della fronte, del naso e della bocca
potremmo definire la nostra testa
perfettamente chirale.


Ma se per purissimo caso
la sera precedente a codesta osservazione
avete fatto abuso maniacale ed ossessivo di...cioccolata ^^
allora esistono ben alte possibilità che sul viso vi sia spuntato un vivace ed esuberante BRUFOLONE!
Allora certamente il vostro viso perderà
le proprietà di chiralità.



1 commento:

  1. Ahahah, direi calzantissimo l'esempio della cioccolata! :D

    RispondiElimina